Mindful Eating e Fertilità: un’alimentazione consapevole può migliorare le possibilità di concepimento?

Vediamo insieme come la mindfulness, applicata all’alimentazione, può avere un impatto positivo sulla fertilità in diversi modi, poiché incoraggia un approccio consapevole nei confronti del proprio corpo e dei suoi bisogni.

Con il termine mindfulness (traducibile con consapevolezza di sé) intendiamo un atteggiamento che si coltiva attraverso pratiche meditative, ispirate alle filosofie orientali, volte a portare l’attenzione della persona verso il momento presente, con accettazione e senza giudizio.

Diversi protocolli di trattamento in ambito clinico si basano, oggi, su queste tecniche e mostrano significativi miglioramenti in termini di benessere sia fisico che mentale.

Mindfulness e benessere psicofisico

Alla fine degli anni ’70, Jon Kabat-Zinn, biologo e scrittore statunitense, durante un ritiro di meditazione, pensò di poter aiutare le persone a ridurre il dolore e lo stress creando un percorso strutturato, in cui si univa la tecnica meditativa agli aspetti scientifici e psicoeducativi.

Con il sostegno del primario di Medicina Interna del Medical Center dell’Università di Worcester (Boston–Massachusetts) fondò la prima Clinica per la Riduzione dello Stress basata sulla coltivazione della Consapevolezza (Protocollo Mindfulness-Based Stress Reduction – MBSR).

Dai primi anni ’80, l’equipe di Kabat-Zinn, iniziò a sviluppare lavori di ricerca scientifica, allargando l’indagine a molte problematiche psicologiche e psicosomatiche e il protocollo si diffuse in tutto il mondo, mostrando benefici e applicazioni in svariati ambiti (Psicologico e psicoterapeutico, Neuroscientifico, Medico, Educativo-scolastico, Sociale Organizzazioni).

La Mindfulness applicata all’Alimentazione

Jean Kristeller, psicologa, conduce dal 1999, in collaborazione con Kabat-Zinn, presso la Massachussets Medical School, studi e ricerche scientifiche sull’utilizzo delle pratiche di Mindfulness per l’Alimentazione Compulsiva ed il Binge Eating Disorder (BED).

Da queste ricerche nasce il protocollo MB – EAT (Mindfulness Based- Eating Awereness Training, ovvero Training per la Consapevolezza Alimentare Basato sulla Mindfulness) l’unico protocollo di Mindful Eating di cui è stata dimostrata scientificamente l’efficacia.

Il protocollo MB-EAT è strutturato in modo da introdurre gradualmente, e parallelamente agli esercizi di alimentazione consapevole, elementi della pratica meditativa, con una particolare enfasi ai temi della consapevolezza di sé, dell’auto-accettazione, della compassione non giudicante e della disattivazione del “pilota automatico”. Il programma è volto a generalizzare l’atteggiamento mindful alla vita quotidiana e alle diverse attività e situazioni con le quali ci confrontiamo ogni giorno.

La Mindful Eating e la Fertilità

Sappiamo quanto sia importante, per il benessere generale della persona, sapere riconoscere e ascoltare i segnali che il corpo invia.

In particolare, per chi è alla ricerca di una gravidanza, essere consapevoli di bisogni e sensazioni corporee, emozioni, pensieri e livello di stress sperimentato, è fondamentale per riuscire a mantenere un equilibrio che possa facilitare il buon funzionamento dell’apparato riproduttivo.

L’alimentazione è uno degli importanti ambiti a cui fare attenzione per favorire la nostra salute e, in particolare, la salute riproduttiva, perchè è necessario garantire al corpo i nutrienti utili a sostenere un’adeguata produzione ormonale, il concepimento e lo sviluppo del feto.

Ecco perchè è fondamentale imparare ad alimentarsi consapevolmente e divenire coscienti dei meccanismi che ci portano a mangiare in modo compulsivo, automatico e non rispettoso dei nostri bisogni.

Scegliere di praticare la Mindful Eating, partecipando ad un percorso di training adeguatamente strutturato sulla base del protocollo MB-EAT, può avere un impatto positivo sulla nostra fertilità, e sul nostro benessere psicofisico a 360 gradi, perchè aiuta a:

  • ASCOLTARE I SEGNALI DEL CORPO E RISPONDERVI ADEGUATAMENTE

Un percorso di Mindful Eating insegna ad ascoltare e riconoscere i “messaggi” che il corpo invia e a comprendere quali bisogni dobbiamo soddisfare per migliorare il benessere generale, l’umore, l’energia, e la qualità del sonno, tutti fattori importantissimi per la fertilità.

  • FARE SCELTE ALIMENTARI CONSAPEVOLI

Essere consapevoli di ciò che si mangia e del perchè si è scelto un determinato cibo piuttosto che un altro, può incoraggiare un comportamento alimentare che garantisca al corpo tutti i nutrienti necessari a favorire la fertilità, come vitamine, minerali e antiossidanti. La consapevolezza e l’ascolto dei propri bisogni permette di non cadere nel dannoso ciclo dell’alimentazione inconsapevole, in cui si alternano momenti restrittivi a momenti di iperalimentazione, che porta il nostro corpo ad uno squilibrio.

  • RIDURRE LIVELLI DI STRESS TROPPO ELEVATI

La pratica dell’alimentazione mindful può essere un prezioso strumento per ridurre il livello di stress che, se molto elevato, può interferire con l’ovulazione e influenzare la qualità spermatica, riducendo le probabilità di concepimento.

  • COLTIVARE LA COMPASSIONE VERSO SE STESS*

Le pratiche di mindfulness proposte nel protocollo di Mindful Eating aiutano a coltivare amore e gentilezza verso te stessi, riducendo il senso di colpa, anche quando le cose non stanno andando come vorremmo, ad accettare le prove che la vita ci riserva e ad affrontarle con calma e resilienza.

Abbiamo, dunque, visto insieme che la mindfulness applicata all’alimentazione può essere un alleato prezioso nel miglioramento della fertilità, sia maschile che femminile. Le pratiche di Mindful Eating , attraverso un’adeguata gestione di stress ed emozioni, scelte alimentari consapevoli e risposte coerenti con i bisogni del nostro corpo, favoriscono un aumento del benessere generale e, di riflesso, delle possibilità di concepimento.

IMPORTANTE: se vuoi aumentare la tua consapevolezza alimentare attraverso le pratiche di Mindful Eating, rivolgiti solo a psicologi adeguatamente preparati e formati ad insegnare il protocollo MB-EAT, l’unico protocollo che si fonda su prove scientifiche di efficacia nel trattamento dell’Alimentazione Inconsapevole e del Binge Eating Disorder.

Condividi l'articolo sui tuoi social!

Seguimi qui 👇 per rimanere aggiornat*

Scrivimi!

Verrai ricontattat* al più presto